adriano martella photo.jpeg

ADRIANO MARTELLA

Direttore Creativo dell’anno 2021 al BEAit, Adriano Martella lavora da oltre 15 anni con Filmmaster Events. Tra il 2007 e il 2009 è responsabile creativo presso la start-up Filmmaster MEA di Dubai. Nel 2010 torna a Milano come Creative Supervisor nella divisione Show. Nell’estate 2012 lavora a Londra come coordinatore delle presentazioni per le Cerimonie Olimpiche e Paralimpiche dei Giochi invernali di Sochi 2014 e l’anno successivo al concept per il Padiglione Italia a Expo Milano 2015. Dal 2014, in qualità di Associate Creative Director, si occupa della partecipazione di diversi brand a Expo Milano 2015 e segue come co-autore Enigma, lo show permanente di Cinecittà World. Tra il 2015 e il 2017 è co-Direttore Creativo della Cerimonia di Apertura per la finale di UEFA Champions League a Berlino, Milano e Cardiff, autore per la Cerimonia di Apertura di Expo Milano 2015 e lavora su progetti internazionali quali la UEFA Champions League Final di Milano, la Opening e Closing Ceremony di UEFA Euro 2016 a Parigi, la prima Opening Ceremony del Circuito di F1 Baku City Circuit in Azerbaijan e l’inaugurazione del primo stadio dei mondiali 2022 a Doha, Qatar. Nel 2018 è Direttore Creativo dello show per l’inaugurazione Turkmenbashi International Seaport (pluripremiato al BEA) e l’anno successivo dell’inaugurazione della nave da crociera MSC Bellissima a Southampton, delle cerimonie per la Euroleague Basketball Final Four a Vitoria-Gasteiz (Spagna) e della storica Final Unica della Copa Libertadores a Lima. Nel 2021 è Direttore Creativo della Cerimonia di Apertura di UEFA Euro 2020 e dei pre-game show della Euroleague Basketball Final Four a Cologne.

UN EVENTO SOSTENIBILE È...

L’evento sostenibile è una sfida culturale che l’industria degli eventi deve affrontare con serietà e massima onestà intellettuale, facendo la sua parte per fronteggiare un’emergenza che ci riguarda tutti come esseri umani.  Una sfida che si può vincere solo unendo le forze, reinventando quasi totalmente il modo di progettare e produrre, stringendo alleanze di ampio respiro e di lungo termine fra clienti, agenzie, fornitori. Sensibilizzando la nostra audience e chiamando in aiuto la scienza, che sta facendo passi importanti nella comprensione dei complessi fenomeni legati all’impatto ambientale delle nostre scelte. Per non lasciare che sia solo il mercato a dettare le regole, dando ai principi etici il giusto spazio all’interno del nostro operare quotidiano e della nostra ispirazione creativa.